Errore medico
15 Aprile 2020
Centoquattro Strutture per anziani non conformi alla normativa su 601 controllate …
17 Aprile 2020
Show all

L’errore medico visto dal paziente

L’errore medico visto dal paziente…

Un piccolo viaggio nella testa del paziente…

Francesco  ( nome di Fantasia) un mercoledi mattina, qualunque,  avverte il solito dolorino al ginocchio, e pensa che il suo ginocchio gli fa sempre più male e che  dopo l’operazione,  le  cose stanno peggiorando sempre più . ..pensa che, forse, il chirurgo ha sbagliato qualcosa ……

Una delle prime cose che Francesco fa, dopo il caffè mattutino,  è quindi collegarsi a Google e cercare la parola Errore Medico….

Povero Francesco,  sul Web, purtroppo,  rimane frastornato dalla quantità di informazioni ( il più delle volte inutili ed incomprensibili ) e deluso da  annunci e siti internet che  parlano e parlano senza però fargli capire veramente  cosa deve fare e perché dovrebbe  scegliere uno di loro ..

Ma quali sono le reali domande alle quali Francesco vorrebbe risposta ?

Francesco, in realtà, vorrebbe solo sapere : “E’ normale avere sempre questo dolore dopo l’operazione a distanza di mesi ? Chi mi ha operato ha sbagliato ? Nel mio caso c’è stato errore medico ? Sono stato solo sfortunato ? Chi può darmi una risposta ? Chi debbo consultare un avvocato ? Un medico  legale ? Uno Specilista Ortopedico tutti e tre insieme ?”

Francesco, ha ragione, serviranno tutte queste figure, per capire veramente una volta per tutte .

A questo punto Francesco  si trova ad un bivio con due strade molto differenti tra loro, la prima strada  lunga e costosa e la seconda pratica e sicura  quale strada sceglierà Francesco ?

Francesco è una persona che ha studiato è un ingegnere, in pensione, ed ha molto tempo libero, quindi potrebbe benissimo scegliere la prima strada e così cercare e trovare, da solo,  un bravo medico legale e poi anche  uno bravo specialista ortopedico i quali  diano il loro parere, sul  caso, ed emettano, infine,  il loro verdetto….

Passerà così del tempo, con buona pace della moglie Maria che lo rimbrotterà di pensare sempre  e solo alla sua maledetta gamba e di lamentarsi come un neonato.

Francesco inizierà  a cercare i nomi dei professionisti,  prima col passa parola, telefonando ad amici e parenti ed ex colleghi di lavoro e poi finire di nuovo   su internet .

Alla fine forse fisserà, forse,  due distinti appuntamenti, uno con l’ortopedico ed uno col medico legale.

Pagherà due distinte parcelle  per sentirsi magari riferire  dai medici : “Caro sig. Francesco dall’esame della cartella clinica, secondo noi, nessuno ha sbagliato lei  è stato solo sfortunato ! Guardi che la sua era una complicanza prevedibile ed  era  anche  scritto nel consenso informato  che ha firmato in Ospedale….!!!

Il povero Francesco, oltre che sconfortato,  avrà così perso tempo per cercare i migliori professionisti sulla piazza e per  per parlare con loro. E soprattutto avrà versato  loro delle parcelle.

La moglie Maria  però (ad  onor del vero ) lo aveva avvertito..

Ammesso e non concesso, invece, che gli specialisti dicessero a Francesco : “ Caro Sig. Francesco lei ha ragione da vendere qui c’ e stato chi l’ha operata ha sbagliato” .  Francesco, dovrebbe poi,  oltre ai consulti, commissionare loro anche  anche due chiare ed inconfutabili  perizie.

Si, due  la prima del medico legale e la seconda dell’ortopedico.

La perizia medico legale  che dica che il danno al gionocchio di Francesco  è in nesso di causa con l’atto chirurgico sbagliato e ne determini il valore e in termini di danno biologico percentuale. La perizia Oropedica che spieghi, secondo la letteratura scientifica, che l’intervento al ginocchio di Francesco non è stato conforme alle buone regole dell’arte medica.

E Poi ?

Poi Francesco dovrà cercare un bravo avvocato, che sia un vero esperto in casi  responsabilità medica e ricomincerà così a “tormentare”,  con altre  telefonate,  amici, parenti ed ex colleghi di lavoro o passare nottate in camera da letto su internet ( con la sig.ra Maria, che ha sonno e vorrebbe, invece,  spegnere il lume e dormire)

Francesco dovrà poi andare a colloquio, spiegare tutto di nuovo anche a lui ( all’avvocato) e  pagare una seconda parcella per un parere legale.

Fermiamioci un minuto

Come vedi, tutti questi passaggi sono necessari a Francesco se vuole realmente  capire cosa gli è accaduto.

Esiste però  una alternativa  per Franceso, la famosa seconda strada ….

Ma come ? Francesco aveva  una seconda opzione ?

Si, lui ha una alternativa valida sin da subito, affidarsi ad una struttura che segua solo ed esclusivamente casi di responsabilità medica, la quale  abbia rapporti continuativi e  consolidati  con medici legali, medici specialisti ed avvocati  che esaminando il suo caso, già dalle carte, senza che Francesco debba muoversi  da casa possa da subito  dirgli se vale la pena proseguire o se sarebbe una perdita di tempo per lui proseguire.

Magari una Struttura una che anticipi i costi delle perizie  del Medico Legale e dell’Ortopedico  e perché no, già che c’è anche la parcella dell’avvocato ….

Sembra incredibile vero ?  Perchè mai qualcuno dovrebbe anticipare tutti i costi per Francesco ?

La Struttura ( che guarda caso si chiama Struttura perchè è strutturata )  esegue   tutte queste indagini peritali per lavoro…

La Struttura però  non lo farà gratuitamente, ( mica è scema),   in cambio di tutto questo,   Francesco e la Struttura hanno concordato, sin dall’inizio, che se lui otterrà il suo risarcimento riconoscerà  una commissione sul risarcimento avvenuto e che in caso negativo nulla sarà dovuto alla Struttura.

Francesco, infatti, quando vuole andare in vacanza,  si reca sempre nella solita piccola agenzia di viaggi dove sa che incontrerà  quella sig.ra, grassa e simpatica, che lo conosce bene e pensa a tutto lei, dalla prenotazione del biglietto aereo alla scelta del  villaggio .

Francesco  sa anche   però che dovrà pagare all’Agenzia di viaggi  una commissione per i suoi servizi e lo fa da anni volentieri.

Perché Francesco dovrebbe comportarsi diversamente e fare tutto da solo quando in gioco ci sono così tante variabili e si deve necessariamente procedere con diligenza, precisione e professionalità e nulla deve essere lasciato al caso  ?

Secondo me Francesco sceglierà la seconda strada secondo te ?

Ancora una domanda avrà però Francesco …

Perché dovrebbe scegliere Tuteladannomedico e non un concorrente ?

Scopri anche tu perchè Francesco dovrebbe scegliere Tutaladannomedico

Raccontaci il tuo caso